EuCertPlast Logo 2017 V6 BIG.png

© 2020 B & P RECYCLING Srl

Sede Legale: Via Reich, 30 – 24020 Torre Boldone (Bg)

Sede Operativa: Via Marconi, 28 – 26046 San Daniele Po (Cr)

Tel. 0372/65995 – Fax 0372/65993
Cap. sociale 200.000 I.V. – Numero REA 402890 – C.F. e P.Iva 03724530161

Marchio CARPI GIF.gif

L'attività di riciclaggio è un processo complesso e viene svolto da personale qualificato con esperienza nel settore.

L’attività di rigenerazione si articola su 4 linee di trattamento foglia (macinazione, lavaggio, essiccazione) e relativi 5 estrusori. Come materia prima sono utilizzati 4 tipologie di cascami:

  • Telo agricolo nero,

  • Telo agricolo serra,

  • Manichette,

  • Imballaggi industriali da post-consumo.

Il prodotto ottenuto è un granulo realizzato in modo omogeneo rigenerato da LD-PE conforme alla normativa

UNI 10667/2010.
 

Il processo produttivo si può così riassumere nei seguenti punti principali:

Il materiale conferito dai centri di raccolta, dopo un attento esame qualitativo, viene stoccato in base alla tipologia del polietilene.


Il Responsabile assegna scorte di polietilene a ciascun turno, garantendo uniformità di colore, di spessore e percentuale di impurità.

Gli operatori selezionano ed eliminano il materiale estraneo prima di procedere ad alimentare le linee di lavaggio.

 

Durante questa fase il polietilene viene sensibilmente triturato per permettere una gestione migliore del materiale durante i processi seguenti.


I nostri trituratori sono predisposti ad alimentare le linee di lavaggio in base alla tipologia di materiale in ingresso.

La foglia triturata entra in un impianto di prelavaggio e successivamente viene centrifugata e macinata nei mulini.

 

La foglia viene inviata alle vasche di lavaggio dove avviene un ulteriore separazione dai corpi estranei residui.

Il lavaggio della foglia avviene ad opera di acqua che viene poi veicolata fino al depuratore dove, attraverso un processo fisico/chimico/biologico viene depurata e resa riutilizzabile sugli impianti di lavaggio.

Dopo la fase di lavaggio la foglia presenta un'umidità elevata e viene disidratata tramite processo di torchiatura ed essiccazione.

Una volta asciugata, la foglia viene convogliata per tipologia all'interno degli estrusori.
 

Il processo di granulazione avviene attraverso il passaggio della foglia in due estrusori in linea che garantiscono il doppio degasaggio e la doppia filtrazione garantendo una qualità del materiale costante ed uniforme.

Una volta prodotto, il granulo viene sottoposto a giudizio da parte del Controllo Qualità per garantire la conformità alla norma UNI 10667/2010.

Sul granulo si applicano le seguenti analisi:

  • Check visivo (impurità, colore, omogeneità);

  • Test di filmatura con estrusore in bolla;

  • Densità;

  • Melt Flow Index;

Il laboratorio è dotato di strumenti per effettuare l'autocontrollo sulle acque reflue depurate e sui fanghi derivati da processo di depurazione, tra le analisi principali vi sono:

  • Temperatura;

  • pH;

  • Torbidità;

  • COD;

  • Cloruri e Cloro libero;

  • Nitriti e Nitrati;

  • Sedimentazione.